L’ora della semplessità da Berthoz a Sibilio

"Guardare la realtà attraverso la semplessità" non è una petizione di principio, ma una strategia teorizzata dal neuro-scienziato Alain Berthoz, applicata alla Pedagogia dal professore Maurizio Sibilio, prorettore dell'Università di Salerno, che consiste nel riconoscere all'azione umana le funzioni (parte del nostro patrimonio biologico) che permettono di gestire situazioni complesse. La semplessità non è, dunque, sinonimo di semplicità, ma valorizza il nostro potenziale per affrontare le quotidiane sfide della vita. Si è parlato di semplessità e del cammino di inter-connessione che essa favorisce (interconnessione sia con sé stessi che con gli altri) nel corso di un incontro, presso il salone di rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno, organizzato dall'Associazione Artàpart, per la presentazione del libro "Guardare la realtà attraverso la semplessità" di Maurizio Sibilio, edito da Scholé. Dopo un introduzione del professore Alfonso Amendola e un intervento in video di Alain Berthoz, il testo è stato illustrato dall'autore, che ha dialogato a lungo con Andrea Manzi, coordinatore di RQ. Ha coordinato la serata la giornalista Ilaria Cuomo, letture dal libro del regista Pasquale De Cristofaro.

Tempo di lettura 1 minuto
Previous Story

SOS al Palazzo: riapriamo la questione psichiatrica

Next Story

Se la politica deperisce nelle grinfie del talkshow